LA BELLA E LE BESTIE | L’ESTATE IN BIBLIOTECA

13 settembre 2018

Nell’ambito della Rassegna L’ESTATE IN BIBLIOTECA, IL CINEMA LEGGE IL MONDO si terrà la proiezione del film LA BELLA E LE BESTIE distribuito da Kitchenfilm.

L’appuntamento il 13 settembre, alle ore 19:00 presso la Biblioteca Goffredo Mameli di Roma anticipato da un AperiCinema condotto dal critico Mario Sesti.

La bella e le bestie è l’ultima opera della regista tunisina Kaouther Ben Hania ed è il film che ha aperto la 23° edizione del MedFilm Festival.

La rassegna è stata organizzata da Ginella Vocca fondatrice del MedFilm Festival in collaborazione con l’associazione Methexis e le Biblioteche di Roma. 

“La bella e le bestie è un triller che vi lascerà senza fiato!  Non è solo un film. È una storia vera, un libro, una denuncia morale e politica, un racconto di speranza…”  (Facebook Kitchenfilm)

EstateInBiblioteca-620x371.png

COMUNICATO STAMPA

IL CINEMA LEGGE IL MONDO.

dal 19 luglio al 28 settembre 2018

Giovedì 13 Settembre 2018
Biblioteca Goffredo Mameli (Via del Pigneto, 22 – Roma)
ore 19:00 AperiCinema con Mario Sesti
ore 20:00 LA BELLA E LE BESTIE di Kaouther Ben Hania

Si svolgerà giovedì 13 settembre presso la Biblioteca Mameli di Roma il quinto appuntamento con la rassegna L’Estate in biblioteca – il Cinema legge il mondo, iniziativa dedicata alla diffusione delle opere filmiche più interessanti del cinema mediterraneo contemporaneo. Il film in programma,  preceduto dell’incontro di approfondimento con Mario Sesti, a cura di Veronica Flora,  sarà La bella e le bestie, lungometraggio della regista tunisina Kaouther Ben Hania. Ispirata ad un fatto di cronaca avvenuta a Tunisi, l’opera racconta del calvario di Mariam, una studentessa stuprata da un gruppo di poliziotti, che deve decidere se denunciare o tacere. Un tema drammaticamente attuale, che diventa denuncia di un sistema violento e imprevedibile che segna tragicamente l’esistenza fisica e psicologica delle donne che ne sono vittime. A interpretare la protagonista è una toccante ed espressiva Mariam Al Ferjani che a proposito del personaggio ha dichiarato: “La bella e le bestie parla non solo alle donne, ma anche agli uomini poiché non è un film sullo stupro, ma sulla violenza che tutti possiamo subire da chi abusa del suo potere”. Il film è stato presentato nel 2017 nella sezione “Un Certain Regard” del Festival di Cannes.

La critica:
Tra cronaca e teatro, l’avventura di una giovane stuprata da poliziotti in Tunisia: un abuso moltiplicato all’infinito da cultura società stato. Un film tanto duro quanto rivelatore”.
(Mario Sesti)

La tenacia della giovane Mariam nel gridare la verità della propria tragedia, di fronte al muro di gomma di un sistema che cerca in qualunque modo di colpevolizzarla: oggi più che mai, il simbolo di un’istanza universale di cambiamento”.
(Federico Pontiggia)

“Un film che s’inoltra nei meandri dei nodi ancora irrisolti delle promesse della rivoluzione tunisina. Realizzato esclusivamente attraverso magnifici piani sequenza, a indicare una percezione e presenza dello spazio completamente modificata. Un viaggio alla fine della notte in grado di offrirsi come un incubo necessario”.
(Giona A. Nazzaro)

L’ESTATE IN BIBLIOTECA – IL CINEMA LEGGE IL MONDO
La Rassegna, diretta da Ginella Vocca e realizzata dall’Associazione Methexis, in collaborazione con le Biblioteche di Roma e il MedFilm Festival, entra dalle biblioteche comunali (tra cui anche quelle di Istituti penali), per arricchirne l’offerta culturale, con una panoramica varia e interessante della produzione cinematografica contemporanea di qualità.  Il cinema legge il mondo, perché il mondo ci guarda e ci riguarda: dalla Norvegia al Marocco, dalla Spagna al Belgio, passando per la Siria, l’Algeria, la Tunisia, Israele e la Croazia, fino all’Italia, con l’obiettivo di fornire possibili chiavi di lettura del mondo d’oggi, stimolando ragionamenti su tematiche e contraddizioni della società contemporanea.

L’iniziativa è parte del programma dell’Estate Romana 2018 promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale e realizzata in collaborazione con SIAE.

Sito ufficiale: medfilmfestival.org
Pagina FB: https://www.facebook.com/estateinbiblioteca/
Twitter @estateinbiblioteca
#estateinbiblioteca

Ufficio stampa :
Elisabetta Castiglioni
+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it
Raffaella Spizzichino
+39 338 8800199 – raffaspizzy@gmail.com

PRESS KIT SCARICABILE AL LINK:
https://drive.google.com/open?id=17frwM04hNaQuNOqEgr_QN1FPppUo2Pa5

**********

LA BELLA E LE BESTIE
Tunisia/ Francia/Svezia/Norvegia/Libano/Qatar/Svizzera, 2017, 100 min

Durante una festa studentesca, Mariam, una giovane donna tunisina, incontra Youssef, un ragazzo che non le toglie gli occhi di dosso. I due escono dal locale per fare una passeggiata sulla spiaggia. Inizia così una lunga notte, durante la quale Mariam dovrà combattere per i propri diritti e la sua dignità. Ma come può essere fatta giustizia quando questa sta dalla parte dei colpevoli? Un film basato su fatti realmente accaduti, ricostruiti da Meriem Ben Mohamed con Ava Djamshidi nel libro Coupable d’avoir été violée.

Regia Kaouther Ben Hania
Sceneggiatura  Kaouther Ben Hania
Produttore Habib Attia, Nadim Cheikhrouha
Fotografia Johan Holmquist
Montaggio Nadia Ben Rachid
Musiche Amine Bouhafa
Cast Mariam Al Ferjani, Ghanem Zrelli, Noomane Hamda, Mohamed Akkari, Chedly Arfaoui, Anissa Daoud, Mourad Gharsalli

Festival e premi
23° Les Prix Lumières della stampa internazionale 2018
17° Festival del cinema mediterraneo di Bruxelles – Premio Speciale della Giuria
23° Medfilm Festival – Menzione Speciale
In anteprima al Festival de Cannes 2017 – Un certain regard

LA BELLA E LE BESTIE| INCONTRO STAMPA |PROIEZIONE MEDFILM FESTIVAL 2017

10 novembre 2017

«La bella e le bestie» di Kaouther Ben Hania di Kaouther Ben Hania  selezionato a Cannes Premio Un Certain Regard  è stato il film d’apertura della 23° edizione del MedFilm Festival. Racconta la questione delle donne nel mondo arabo, e non solo, svelando l’omertà e la corruzione delle strutture pubbliche attraverso la storia di una giovane e bella studentessa che dovrà combattere per i propri diritti e la sua dignità.

Il film sarà distribuito in sala in Italia da Kitchenfilm.

Il tema dell’edizione 2017  è “Il Contemporaneo nello sguardo delle Donne

Al mattino si è svolto  l’incontro stampa  con la protagonista del film Mariam Al Ferjani che ha raccontato anche curiosità sulla sua vicenda personale.

DAL FOGLIO DI VIA A CANNES – Mariam Al Ferjani cittadina tunisina, diplomata alla scuola Visconti di Milano, contratto regolare a tempo indeterminato da interprete, ad un certo punto è stata convocata  al posto di Polizia di Frontiera a Malpensa  ed invitata a lasciare il territorio italiano entro 15 giorni  o fare ricorso al TAR, perchè lo stato italiano non ha riconosciuto né il titolo di studio  né il contratto di lavoro. Una vicenda in cui non vince il cinema ma la burocrazia.

l’attrice protagonista MARIAM AL FERJANI del film LA BELLA E LE BESTIE con il critico GIONA A. NAZZARO

Ieri sera, un pubblico numerosissimo è accorso alla proiezione per il film LA BELLA E LE BESTIE al Cinema Savoy di Roma.

Ginella Vocca, presidente del MedFilm festival ha presentato Mariam Al Ferjani insieme alla distributrice Emanuela Piovano. Dopo il film l’attrice protagonista Mariam Al Ferjani ha risposto alle moltissime domande del pubblico. Ha moderato il dibattito il critico Giona A. Nazzaro.

La bella e le bestie è un film che si ispira ad una storia realmente accaduta. Una storia tra le tante, tantissime, insabbiate e taciute che non hanno mai trovato giustizia. Uno script ricco di dettagli rivelatori esplora le difficoltà della vita di Mariam, una ragazza che, seppure cresciuta in una famiglia conservatrice, crede nella Tunisia dell’Islam democratico. Pensa che sia possibile per una ventunenne nubile trascorrere una serata allegra a ballare con le amiche, ma scoprirà che non è così…