NESSUN UOMO È UN’ISOLA | ARVAIA ESTATE 2019 | BOLOGNA

3 luglio 2019

La rassegna “ARVAIA ESTATE 2019” Cultura, Comunità, Cibo e Salute promossa dalla cooperativa agricola Arvaia di Bologna prevede la proiezione di film con incontri e musica preceduti da aperitivo di stagione presso il campo di via Olmetola 16 di Bologna tutti i mercoledì dal 5 giugno al 17 luglio.

Mercoledì 3 luglio la proiezione “Nessun uomo è un’isola”, film di Dominique Marchais distribuito per l’Italia da Kitchenfilm verrà presentato da Simone Li Calzi del consorzio Le Galline Felici.

 

 

 

LA BELLA E LE BESTIE|CINEMA D’AUTRICE

27 giugno 2019

La Rassegna “Cinema d’Autrice” è stata ideata per poter far conoscere le opere delle registe al grande pubblico. Nasce da un movimento di cittadini nati nel terzo municipio che si chiama Grande come una città, del  gruppo Terzo in Genere e con la presenza di un gruppo di studenti di vari istituti, chiamato Licei in Genere, che sentono la necessità di un confronto con le tematiche sulla sessualità e sulla diversità.

Elena Tenga, organizzatrice della rassegna di Cinema d’Autrice ha scelto per giovedì 27 giugno alle ore 21:00 nella Sala Agnini di Roma di proiettare il film “La bella e le bestie” della regista Kaouther Ben Hania, distribuito per l’Italia da Kitchenfilm.

La proiezione è preceduta da un aperitivo in terrazza a partire dalle ore 20:00.

Ingresso tessera €.3 + contributo- per info e prenotazioni Elena 327 9886224

 

EMANUELA PIOVANO| TARGA DI PARTECIPAZIONE | CONVEGNO JOURNAL OF ITALIAN CINEMA AND MEDIA STUDIES

14  giugno 2019

Emanuela Piovano (Kitchenfilm, Roma, Italia) ha raccontato al pubblico presente l’esperienza da regista  Del rammendo e altre visioni. “Il mio percorso di cine-autora” nel secondo convegno internazionale JOURNAL OF ITALIAN CINEMA AND MEDIA STUDIES dal titolo GLOBAL INTERSECTIONS AND ARTISTIC  INTERCONNECTIONS:  ITALIAN CINEMA AND MEDIA ACROSS TIMES AND SPACES  ed ha presentato la  proiezione del corto  Tre in treno per l’Europa (e un pollo)” (Piovano, 2019)  presso The American University of Rome presentato insieme alla direttrice Flavia Laviosa (Wellesley College) che l’ha premiata per l’occasione con una targa per la sua partecipazione. 

Nella seconda giornata di convegno incontro con Liliana Cavani  per il film Francesco d’Assisi (Cavani, 1966) presentato da Flavia Laviosa. 

 

“TRE IN TRENO PER L’EUROPA (E UN POLLO)” DI EMANUELA PIOVANO| PROIEZIONE AL CONGRESSO INTERNAZIONALE | THE AMERICAN UNIVERSTY OF ROME

14 giugno 2019

Importante evento al congresso internazionale del Journal of Italian Cinema and Media Studies | Intersezioni globali e interconnessioni artistiche: Cinema e Media italiani nello spazio e nel tempo | 14-15 giugno 2019 | The American University of Rome |

La seconda edizione del convegno del Journal of Italian Cinema and Media Studies, mira a rispondere agli emergenti approcci critici interdisciplinari al Cinema e ai Media italiani all’interno di contesti internazionali. Ciò significa entrare in contatto con le discipline, trovare nuove strade per interpretare l’intersezionalità artistica e la transmedialità nelle produzioni globali, rivolgere lo sguardo al di fuori del canone istituzionale degli studi accademici, e dare forma a nuovi paradigmi per gli studi su Cinema e Media.

La conferenza vuole aprire un dialogo con gli studiosi di nicchie particolari e fornire una piattaforma per il loro lavoro. Il Cinema e i Media italiani guardano alle produzioni di altri paesi per trarne ispirazione e viceversa. L’attrattiva delle leggende del Cinema italiano e l’interesse per la riscoperta della loro genealogia creano ponti tra linguaggi artistici globali, nello sforzo di preservare armonie e sciogliere tensioni. Nell’allontanarsi da percorsi già molto battuti, il JICMS e la conferenza mirano anche a portare gli studi su Cinema e Media italiani fuori dal loro spazio canonico, a stringere legami con varie comunità accademiche, a costruire nuove strutture concettuali e a promuovere ricerche oltre le basi occidentali ed eurocentriche, al fine di incoraggiare un corpus di studi più globalmente orientato e rappresentativo.

All’interno del convegno verrà proiettato gratuitamente il corto 

“TRE IN TRENO PER L’EUROPA (E UN POLLO)” di Emanuela Piovano che interverrà.

Panel 18: Women in cinema and media – Venerdì 14 Giugno alle ore 17,00 presso AURIANA AUDITORIUM in via Pietro Roselli 16 

Chair: Giovanna Summerfield (Auburn University, United States)

1. Emanuela Piovano (Kitchenfilm, Roma, Italia)

Del rammendo e altre visioni. Il mio percorso di cine-autora

“Mi sono formata in Storia e Critica del cinema, pertanto faccio parte della prima generazione ad aver approcciato il cinema non sul set, ma sui banchi di scuola e imparare un mestiere dai libri ha i suoi pro e i contro. Ho fatto la gavetta, in un’ Italia segnata dagli anni di piombo e in una città che ne era stato l’epicentro: la Torino degli anni Ottanta. In questo periodo di apprendistato il filone “femminista” ha preso il sopravvento. Come assistente e autore testi di Gabriella Rosaleva arrivai a teorizzare che la mia missione sarebbe stata quella di “liberare la prima donna”, come evidenziai in un saggino per l’allora rivista di tendenza Fluttuaria diretta da Lea Melandri. Risale a questo periodo la fondazione di Camera Woman con altre compagne. Culmine di questo periodo la fondazione di KITCHENFILM. Questo filone serve per collegare tra loro i miei sei film, dedicati a sei donne da liberare: Laura Betti, Iolanda Insana, Anna Rita Sidoti, Simone Weil, Sonia Bergamasco e Laura Morante. Nel mio intervento parlerò anche dei miei maestri, importanti per gli sviluppi futuri della nostra arte-mestiere: Gianni Vattimo, Gianni Rondolino, Paolo Gobetti, Adriano Aprà e Morando Morandini. Seguendo la loro lezione sono diventata una “ricamatrice operaia”, o, meglio, una “rammendatrice”. Spiegherò perché trovo questa figura molto pregnante per il mio fare cinema. Inoltre, con la Kitchenfilm ho aperto dal 2006 il filone della distribuzione, ennesima sfida al mercato agonizzante con piccoli gioielli pluripremiati. L’ho fatto perché riconoscendomi principalmente in chi produce testi, non potevo fare a meno di impegnarmi a favorirne il contesto, pena la dispersione o ineleggibilità! “

Programma del convegno

https://www.wellesley.edu/sites/default/files/assets/departments/italian/files/jicms_2019_program_final.pdf

Abstracts & Note biografiche

https://www.wellesley.edu/sites/default/files/assets/departments/italian/files/jicms_conference_2019_abstracts_bionotes_final.pdf

Iscrizione al convegno: Euro 65 per un giorno; Euro 130 per due giorni. Per informazioni sull’iscrizione contattare Luzon Marita at: m.luzon@aur.edu

Link for ONLINE PAYMENT: https://www.aur.it/Payments/

NESSUN UOMO È UN’ISOLA | CINEMA ALFIERI DI CATANIA| L’UTOPIA CONCRETA DEL BUON GOVERNO

05 giugno 2019

Finalmente al Cinema Multisala ALFIERI di Catania Via Duca degli Abruzzi, 8 Mercoledì 5 giugno ore 20:00 il film “Nessun uomo è un’isola” di Dominique Marchais.

A presentare il film Vincenzo Vacante, presidente del Consorzio Galline Felici che omaggerà gli spettatori con prodotti bio tipici siciliani.

“Il film si apre con le immagini della ALLEGORIA DEL BUONO E DEL CATTIVO GOVERNO di Ambrogio Lorenzetti, grandioso ciclo di affreschi nel Palazzo Pubblico di Siena,suggestivo nell’impianto paesaggistico, che sintetizza il cambiamento di mentalità della cittadinanza nel 1300 e manifesta un progetto collettivo, per mettere a frutto le buone pratiche nella direzione della cosa pubblica, secolare e laica, secondo i criteri di goistizia sociale. Stabilisce così un nesso tra passato e presente.” …

Una storia di democrazia partecipativa, sensiblità al territorio, pratiche di lavoro ecosostenibili e diversa qualità della vita e ci si domanda se non sia questo l’ultimo territorio dell’utopia, o meglio l’esordio di un nuovo progetto di salvaguardia dell’ambiente, che pur nel rispetto delle specificità di ciascuno, agisce sul cambiamento, ne ottimizza le possibilità, si apre ad altre esperienze, parla in senso globale, senza mai dimenticare il modello di una società solidale e cooperante.  (L’UTOPIA CONCRETA DEL BUON GOVERNO – Daniela Ceselli – Left  del 29 marzo 2019)

NESSUN UOMO È UN ISOLA | RITORNA AL CINEMA CAPPUCINI DI GENOVA

05 giugno 2019

Mercoledì 5 giugno alle ore 19:00 dopo il grande successo di pubblico al cinema dei Cappuccini di Genova replica del film NESSUN UOMO È UN ISOLA di Dominique Marchais.

“La vita è più semplice se ci consideriamo individui isolati”. (ROBERTO LI CALZI- Agricoltore, co-fondatore di Le Galline Felici)

“Dovremmo preservare le differenze e persino rafforzarle. La città ha bisogno della campagna e la campagna della città”. (GION A. CAMINADA- Architetto)

In Italia non c’è nessuno che rappresenta una visione del mondo ecologica. L’unica cosa è organizzarsi”. (BARBARA PICCIOLI- Agricoltora, membro Le Galline Felici)

“Vogliono tutti vivere in città. Anche se le possibilità di avere una vita migliore sono scarse. È come se fossero posseduti, vogliono tutti andarsene!”(MARKUS FAIBT- Falegname)

“Prima il nostro orizzonte erano i nostri connazionali, ora abbiamo un rapporto anche in Belgio, Austria.. Questo ci fa immaginare un’Europa fatta di relazioni e di persone”. (GABRIELE PROTO-Ragioniere e produttore di erbe aromatiche, membro Le galline Felici)

 

 

)

TESSERA ONORARIA ANAC A THIERRY DE PERETTI REGISTA DI UNA VITA VIOLENTA

9 maggio 2019

La conferenza stampa per il film “Una vita Violenta” al cinema Intrastevere si è conclusa con una serata magnifica alla sede della kitchenfilm di Roma a base di risotto agli asparagi preparato dal regista Giacomo del Buono. A fine serata nella sala proiezione della kitchenfilm il presidente dell’ANAC (Associazione Nazionale Autori Cinematrografici ) Francesco Martinotti  ha consegnato a sopresa la tessera onoraria a Thierry de Peretti alla presenza di personalità della cultura e dello spettacolo.

Il film Una vita Violenta nelle sale italiane con la kitchenfilm.